fbpx
Appennino

Divertimento assicurato al Kinderpark del Monte Catria!| Mamma con Caschetto

Prendi una domenica mattina in cui tua figlia butta tutti giù dal letto alle 6.30, mettici una bella giornata di sole dopo una notte nevicate, che fai?! Non programmi un last minute sulla neve?!

Ed eccoci parcheggiare alle 8.50 ai piedi del Monte Catria, in località Caprile di Frontone, provincia di Pesaro-Urbino. Pochissima fila alla partenza dell’impianto e via, di corsa dentro una cestovia a dir poco vintage, una delle pochissime rimaste ormai in Italia, che in trenta minuti copre ben 600 metri di dislivello per arrivare sulla cima del monte Acuto. Si, perché ho scoperto che tutti lo chiamano Catria, ed effettivamente è la cima più alta, ma gli impianti sciistici sono posizionati sulle pendici del suo fratellino, appunto il monte Acuto. Da lassù il panorama è pazzesco, si scorge tutto il territorio fino alla costa! La neve non manca di certo dopo la nevicata della notte, il paesaggio è da fiaba con gli alberi ricoperti di zucchero a velo.

Ma torniamo alle nostre attività: noi ci dirigiamo immediatamente verso il rifugio Cotaline – essendo una toccata e fuga non ci siamo fermati a pranzo ma sarà da segnare in agenda perché pare che si mangi veramente bene! – e sulla sinistra l’entrata del Kinderpark. Una meraviglia per i bambini! Abituata ai parchi giochi in trentino Alto Adige non mi sarei aspettata di trovarne uno così organizzato e carino anche sugli Appennini! Si può scivolare in mezzo al bosco su un percorso tra casette e tunnel a bordo di trenini, mucche e macchinine cavalcabili, oppure scendere con i gommoni – ci sono ben due percorsi, uno per i bimbi piccini piccini, Cloe ha 17 mesi e andava giù da sola! -, saltare sui gonfiabili, addirittura c’è un percorso sugli alberi che credo sia però aperto in primavera ed estate, con la neve magari è pericoloso. Per chi volesse iniziare a muovere i primi passi sugli sci, si trova all’arrivo della cestovia un tapis roulan che serve una pista facile facile, larga, perfetta per imparare! Marito non ha resistito e ha voluto provare la nuovissima seggiovia inaugurata a gennaio 2018 con le tre piste rosse e blu.

Un piccolo comprensorio a portata di famiglia sicuramente orientato ai bambini, perfetto per farli avvicinare al mondo degli sport invernali per chi abita in zona! Purtroppo come tutti gli Appennini il ruolo dominate lo fa la neve, presenza non costante negli ultimi anni. Ma riuscendo a beccare la giornata ideale è veramente un posto molto divertente! Torneremo anche in primavera o in estate per scoprire i numerosi sentieri che partono dal rifugio e per giocare ancora un pochino nel kinderpark!

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *