fbpx
tuta da sci bambino
Kids Trend

Come scegliere la tuta da sci per bambini: abbigliamento tecnico per non bagnarsi sulla neve | Mamma con Caschetto

Scegliere la giusta tuta da sci non è facile: il problema maggiore che ci poniamo, giustamente, noi genitori è quello di far si che i bambini non si bagnino sulla neve.

I bambini, diversamente da noi adulti, amano rotolarsi sulla neve, stare seduti per terra, buttarsi in discese con lo slittino. E una buona tuta da sci deve non solo tenere i bambini al caldo, ma assicurare che non si bagnino. Nessun genitore vorrebbe i figli malati in vacanza, giusto?!

Per questo motivo è fondamentale affidarsi ad un abbigliamento di tipo tecnico, con precise caratteristiche per la stagione invernale.tuta da sci bambino

Le caratteristiche tecniche per scegliere bene la tuta da sci

Una tuta da sci per bambini deve innanzitutto essere impermeabile: è possibile misurare il grado di impermeabilità con le colonne d’acqua, riportate nelle etichette di qualsiasi indumento tecnico invernale. Per i bambini, un buon grado di impermeabilità va almeno da 3.000 colonne d’acqua in su. Intorno alle 8.000-10.000 colonne d’acqua il prodotto è davvero buono e consente al bambino di non bagnarsi sulla neve. Per fare un esempio pratico: le tute da sci del Decathlon tengono per 2.000 colonne d’acqua, ecco perché costano meno rispetto a brand più tecnici.

Un’ottima tuta da sci deve essere anche traspirabile, vale a dire il bambino se suda, non deve rimanere bagnato. E’ importante sapere che più alto è questo valore, più il capo sarà impermeabile e traspirante.

Quando io ero piccola, parliamo di 20 anni fa, non esistevano sul mercato capi tecnici ottimi come quelli che oggi si possono trovare. Ricordo benissimo i mille strati di canottiere e maglie in lana per non sentire freddo: malgrado ciò quando rientravo in stanza ero gelata e molto spesso bagnata. E ti assicuro che se un bambino prova questa sgradevole sensazione, non solo rischia di ammalarsi, ma di non provare più divertimento e piacere a frequentare la montagna in inverno. Per questo motivo sono del parere che è necessario investire nella qualità di una tuta da sci, spenderci magari un pò di più, ma garantire un elevato confort a nostro figlio.

Meglio la tuta da sci intera o spezzata?tuta da sci bambino

Per i bambini piccoli assolutamente meglio una tuta da sci intera: in questo modo è sicuro che non rischiano di bagnarsi e prendere freddo. Anche se hanno già tolto il pannolino, sarà sufficiente far indossare, sotto la tuta, un completo termico in moda tale da togliere la tutona dentro il rifugio per andare comodamente in bagno a fare pipì. Le tute spezzate sono a salopette, quindi la giacca sopra andrebbe comunque tolta per sfilare i pantaloni per poter andare in bagno.

Secondo la mia esperienza, dai 6 anni in su, la combinata salopette + giacca a vento per i bambini può andare. Ho visto sulle piste bambini con giacche da città: per favore non fatelo!! Innanzitutto non rispettano i criteri di impermeabilità e traspirabilità che ho spiegato poco sopra,  ma soprattutto limitano i movimenti. Ripeto, sulla neve non si scherza: meglio investire in abbigliamento tecnico. Magari acquistandolo a fine stagione con i saldi oppure prendendo una taglia in più per poterlo utilizzare per più stagioni.

Lo scorso inverno, nostra figlia Cloe aveva 1 anno: le abbiamo preso una tuta da sci spezzata perché ancora non camminava e giocava sulla neve. Da quest’anno, invece, rigorosamente intera!

Le migliori tute da sci: ecco quali acquistare

Io mi affido ad  un negozio online svedese, Babyshop.com, che spedisce in tutta Europa, dove acquisto di continuo abbigliamento tecnico per Cloe. In Svezia l’inverno è davvero rigido e i bambini sono abituati a trascorrere le giornate all’aperto: ecco perché mi sono fidata dei loro brand e  mi sono sempre trovata benissimo!

La prima tuta da sci di Cloe è quella della Reima: brand finlandese che garantisce l’impermeabilità fino a 8000 colonne d’acqua, il gradi di traspirabilità è di 7000 g/m2/24h. Internamente è rivestita in pile, ha il cappuccio staccabile, una zip davanti che facilita l’apertura e gli elastici da applicare sotto gli scarponcini. Due colori da maschietto e da femminuccia.

tuta da sci bambinotuta da sci bambino

 

 

 

 

 

 

 

 

Lindberg è un brado svedese che produce sia tute da sci per neonati, che tute intere per i bambini più grandicelli. Resiste fino a 15.000 colonne d’acqua e ha un grado di traspirabilità di 15.000 g/m2/24h. Se confrontato con le tute della Reima è sicuramente migliore. Ma stiamo parlando sempre di abbigliamento tecnico eccellente.

tuta da sci bambinotuta da sci bambinotuta da sci bambino

 

 

 

 

 

 

 

 

Sempre svedese è il marchio Didriksons con 10.000 colonne d’acqua e un grado di traspirabilità di 4.000 g/m2/24h.tuta da sci bambino

 

 

 

 

 

 

 

 

Se stai cercando una tuta da sci spezzata, i brand precedenti producono anche salopette con ottime performance sulla neve, altrimenti a me piace molto il marchio Wheat che ha colori e fantasie molto più particolari. Parliamo sempre di 10.000 colonne d’acqua e gradi di traspirabilità di 8.000 g/m2/24h.

tuta da sci bambino

 

 

 

 

 

 

 

 

Puoi trovare tutti questi modelli sul sito di BabyShop.com, cliccando qui.

Un brand invece specializzato nell’abbigliamento tecnico anche per adulti è Montura: Il design della tuta da sci è molto essenziale ma garantisce un’ottima tenuta, infatti protegge fino a 8.000 colonne d’acqua ed è traspirante per 7.000 g/m2/24h. Montura ha un solo modello per i bambini piccoli, di diversi colori. Puoi acquistarla nel sito aziendale oppure su Amazon – e perché non approfittare del Black Friday tra un mesto?!

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *