fbpx
togliere pannolino
Natural Lifestyle

Come togliere il pannolino a 2 anni: la mia esperienza con una figlia molto autonoma!

Togliere il pannolino a due anni non era tra le mie priorità, devo ammetterlo. Però è successo, e ha scelto Cloe di essere pronta a fare il grande passo.

Ti racconto com’è andata

Ho la fortuna di vivere praticamente al mare e di trascorrere gran parte delle mie giornate da Maggio a Settembre in spiaggia. E si, sono una di quelle mamme che al mare non ha mai messo il pannolino a sua figlia, vuoi perché si riempie di sabbia ed è inutile oltre che fastidiosissimo, vuoi perché Cloe non ha mai amato fare la popò fuori casa. Quindi stavo tranquilla!

Mi dicevano tutti che, per togliere il pannolino, il mare aiuta tantissimo. A me no. E’ vero che mia figlia era piccolina ancora, non aveva compiuto nemmeno due anni. In compenso faceva pipì ovunque. Ho tentato per due giorni a tenerla senza anche a casa, complici i 35 gradi all’interno dell’abitazione. Ma niente da fare.

Ho acquistato libri con vasini e water dappertutto – che a leggerli la prima volta mi hanno fatto anche un pò impressione – , scaricato canzoncine  del genere ” spero che nessuno mi stia ascoltando”; insomma mi ci ero messa d’impegno ma dopo due giorni ho desistito.

Non avevo fretta e mi ero stancata di raccogliere pipì in tutta casa.

Mi sono detta: ” Ci riproveremo il prossimo anno!”

Senza tanti problemi e soprattutto senza alcuna fretta, ho portato via tutto il kit dedicato allo spannolinamento.togliere pannolino

Poi Cloe ha compiuto due anni

E così, di punto in bianco, quando andavo a cambiarle il pannolino, dopo 3-4 ore, notavo che era asciutto. E allora la mettevo sul water, le facevo da riduttore umano, e lei faceva pipì. Abbiamo iniziato cosi, senza dirci niente. Ad intervalli regolari la portavo in bagno e lei la faceva. Altrimenti, aveva imparato a trattenerla. Ricordo le prime uscite al parco senza pannolino: la borsa con dentro almeno due cambi completi, io che prima di metterla in macchina la incitavo ad “innaffiare l’albero così cresce meglio!”.

Certo, non sono mancati incidenti di percorso ma questo è assolutamente normale. E mano a mano che passavano i giorni e le stagioni, Cloe trascorreva sempre più tempo senza pannolino.

Ora mia figlia ha 2 anni e mezzo, non mi dice che le scappa la pipì ma non la fa mai addosso. Affronta anche viaggi lunghi in macchina con le mutandine: il mio compito è di portarla in bagno ogni tot ore. Ovvero, quando scappa anche a me!

Durante i nostri primi viaggi in macchina – abbastanza lunghi perché per raggiungere le mie adorate montagne ci impieghiamo in media 5 ore – le facevo indossare il pannolino, per maggiore sicurezza e per non doverci fermare in continuazione. Dopo qualche mese, con una sosta a metà percorso, siamo riusciti  a viaggiare tranquillamente senza!

E di notte?

Di notte, per la nanna, ancora le metto il pannolino per una maggiore sicurezza. Lo trovo quasi sempre asciutto al mattino ma, sono onesta, ora ho ripreso a dormire 10 ore di fila a notte proprio non me ne va di alzarmi per cambiare le coperte bagnate.

Ogni cosa a suo tempo: per togliere il pannolino anche di notte non c’è fretta.

Quello che ho imparato, perché i nostri figli non smettono mai di insegnarci la vita, è che mia figlia ha i suoi tempi e i suoi modi.

Che sono diversi da quelli degli altri bambini. E che solo quando lei si sente pronta e in grado di fare quel passo avanti, lo farà.

Il mio compito è di starle affianco e darle tutto il mio sostegno e il supporto necessario, per affrontare la crescita al meglio!

 

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *